Articoli

La Divisione Retail Services di Pardgroup

La Divisione Retail Services di Pardgroup? Eccola!

La divisione Retail Services di Pardgroup eroga servizi al Retail a 360°:  dalla progettazione e dal design di un display, un espositore, un mobile, uno shop in shop e di vere e proprie vetrine fino a un negozio completo. Il Concept di un progetto può essere gestito internamente a livello creativo o in alternativa, se è già stato delineato a monte dal Brand cliente, viene realizzato e implementato secondo i singoli desideri.

La Divisione gestisce direttamente la parte di produzione tramite fornitori storici e la parte di trasporto e logistica, installazione in negozio con il Team di installatori professionisti, tutti interni, con specifiche skill selezionate secondo la tipologia di intervento. Anche la fase di project management che sovraintende ogni singolo progetto è gestita internamente. Per esempio, per le grandi Maison del Fashion & Luxury, che notoriamente si avvalgono di fornitori diversi, assegnare un unico PM che segua tutta la parte di project management, coordinando le diverse fasi e i vari attori, rappresenta un plus unanimemente riconosciuto a Pardgroup.

Sia che si tratti di contattare i fornitori dei Clienti a livello mondo, di occuparsi dell’import di determinati materiali o dell’avvio in produzione dell’allestimento delle singole componenti delle vetrine, il Team di professionisti Pardgroup è in grado di gestire la parte logistica e supportare i Project Manager e Designer interni. Grazie alla sua specializzazione, Pardgroup offre così un pacchetto completo ai brand dell’Elettronica di consumo e del Fashion & Luxury.

Pardgroup offre di fatto copertura su tutto il territorio italiano, grazie a Team interno di installatori a livello locale. Ciò non solo implica un risparmio sui costi di logistica e di trasporto per il Cliente ma anche la garanzia di qualità dei servizi erogato.

Pardgroup si occupa poi della formazione della field force e ha anche contatto diretto con gli installatori sul punto vendita: qualsiasi necessità emerga durante un’installazione, Pardgroup è sempre presente e pronta a gestire le eventuali problematiche. Ciò vale a livello nazionale quanto europeo. Per diversi clienti, infatti, la divisione Retail Services gestisce progetti e installazioni in tutta Europa, sempre tramite squadre locali che lavorano direttamente con noi: artigiani e liberi professionisti pressoché esclusivi Pardgroup.

Oltre alle squadre di installazione, a livello Europa, l’Azienda ha anche oltre 20 Hub periferici nelle diverse Country che consentono risparmio di tempo oltre che economico e la garanzia di trasporti dedicati in negozio. Senza contare che le squadre locali hanno il plus di parlare la stessa lingua e conoscere le leggi del posto: un vantaggio quindi non solo economico, ma legato in primis alla qualità del servizio erogato.

La versatilità riconosciuta in Pardgroup consta proprio nella capacità di gestire da grosse numeriche a singolo prototipo, da fitting di tutto il punto vendita a un singolo display.

Negli ultimi anni, l’Azienda si è specializzata anche nella progettazione e allestimento di showroom, generalmente in concomitanza con la settimana della Moda a Milano, di stand fieristici e di eventi in Italia e all’estero.

Oggi Pardgroup è quindi in grado di rispondere a qualsiasi necessità, confermando la sua natura omnichannel e multicanale.

 

Il negozio del futuro passa dalla realtà aumentata

Nell’ottica di sviluppare un approccio sempre più dinamico nelle fasi di acquisto in store e rendere la customer experience unica ed emozionante, perfettamente in linea con strategie di omnichannel Retail, i Brand più innovatori si stanno organizzando per offrire ai propri clienti vetrine interattive supportate da nuove tecnologie, quali la realtà aumentata (AR).

Questa tecnologia di fatto arricchisce la shopping experience utilizzando funzionalità on line a supporto dell’acquisto off line. Grazie alla realtà aumentata oggi è così possibile potenziare contesti reali con contenuti virtuali attraverso la sovrapposizione di immagini e video al campo visivo del consumatore. Settori come Fashion, Lusso e Retail si prestano bene all’applicazione di questa tecnologia per rendere interattivo il punto vendita tradizionale e unica la customer experience.

Per esempio, in store uno degli sviluppi più interessanti è rappresentato dai camerini virtuali che consentono al consumatore di guardare il capo di abbigliamento scelto con una visione a 360°, immaginarlo altre nuance, ecc. Non solo. Questa esperienza immersiva consente di indossare virtualmente capi d’abbigliamento, provare gioielli, sperimentare anche diversi make-up e vivere così un’esperienza d’acquisto interattiva ed emozionante. E ancora: assistere in prima fila ad una sfilata di moda? Con questa tecnologia ora è possibile vedersi proiettati all’interno di una sfilata e scattarsi anche un selfie. Le possibilità non finiscono quindi nel punto vendita, ma si proiettano anche all’esterno. La realtà aumentata può essere molto utile anche per attirare l’attenzione dei passanti fuori dal punto vendita, trasformandoli in potenziali clienti invogliandoli e invitandoli a entrare in negozio.

Leggi anche la news Come creare una strategia omnichannel di successo nel Retail?’ 

Vuoi saperne di più? Contatta i professionisti del Team Pardgroup

 

Ph: Wrangler

 

Come creare una strategia omnichannel di successo nel Retail?

Tra i temi di discussione emersi in Giuria del Premio tecnico della Pubblicità Mediastars,  a fine novembre, grande interesse è stato riscontrato da tutti gli aspetti Digital che ruotano oggi intorno Retail. Sempre più ai retailer è richiesto di sviluppare un approccio dinamico al consumatore, un monitoraggio in tempo reale delle evoluzioni dei comportamenti di acquisto e delle risposte alle iniziative promosse in store.

Alla consolidata attività MultiChannel che prevedeva la sponsorizzazione e la vendita su più canali (Local store, E-commerce, Tv, Radio, Social Media, Eventi, Direct Email, Newsletter, ecc.), l’ultima sfida che deve affrontare il Retail è sviluppare la cosiddetta Omnichannel Retail Strategy che vede invece l’interconnessione tra i molteplici canali a disposizione, dove uno è complementare all’altro. In concreto, ciò implica l’integrazione dei punti vendita tradizionali off line con i canali online per una strategia di marketing competitiva che accompagni il cliente in ogni passo fino all’acquisto finale di un servizio o prodotto, offrendo una customer experience unica.

Come creare quindi una strategia omnichannel Retail di successo?

Partiamo dalle basi. Non tutte le aziende in Italia sono pronte ad affrontare questa integrazione. È necessaria un’apertura mentale volta all’innovazione da parte degli imprenditori e sono indispensabili skills specifiche nell’organizzazione sia dal punto di vista digitale che di coordinamento dei team dedicati ai singoli canali.

Per immaginare una customer experience unica è fondamentale integrare l’e-commerce e i servizi offerti online nei punti vendita e viceversa attraverso la creazione di punti di contatto tra Brand e Cliente, ovvero i cosiddetti touchpoint fisici, digitali, gestiti e spontanei. Ne sono esempio: Pick-up in store, anticipazione online degli stock disponibili poi in negozio, sistemi a supporto del demand, inventory e distribution planning, ERP e sistemi per la tracciabilità dei prodotti, customer care e App dedicate, RFId/QR e realtà aumentata per accedere a contenuti digitali in store.

A supporto sarà poi necessario sviluppare una presenza online adeguata. La user experience e i servizi che i consumatori si aspettano – abituati più grandi marketplace eBay, Amazon o Alibaba – sono sempre più elevati.

Per questo motivo da un lato gli investimenti in siti web con elevata usability e tecnologie cloud che garantiscano una customer experience unica e su qualsiasi device assumono un ruolo strategico. Dall’altro, è indispensabile essere connessi h24 con gli utenti sui social network. È necessario sviluppare contenuti di qualità in grado di emozionare, informare e in alcuni casi anche istruire i propri follower per ottenere e mantenere un engagement di valore, stimolando l’interazione e la conversazione secondo identità e obiettivi di business definiti.

Vuoi conoscere i trend del momento nel settore? Leggi anche la news sui dati emersi dalla ricerca dell’ Osservatorio Innovazione Digitale nel Retail del Politecnico di Milano ‘Il negozio del futuro: innovazione digitale e Retail, un binomio possibile?’

Vuoi studiare una strategia omnichannel per il tuo punto vendita? Contatta i professionisti del Team Pardgroup

 

Il negozio del futuro: innovazione digitale e Retail, un binomio possibile?

Seppur lentamente le innovazioni digitali nel Retail italiano sono in crescita. È quanto emerge da una ricerca dell’ Osservatorio Innovazione Digitale nel Retail del Politecnico di Milano, deputato a studiare le principali innovazioni digitali che possono ridisegnare i processi dei retailer, con il fine ultimo di condividere conoscenza e fare cultura. Lo studio ha coinvolto 300 top retailer per fatturato, presenti in Italia con negozi fisici, oltre a 200 medio-piccoli commercianti. Di questi, è emerso che solo il 42% considera l’innovazione un fattore chiave per avere successo e la spesa sul digitale non supera l’1% del fatturato.

Tuttavia è proprio tra queste realtà che nascono e crescono le innovazioni a supporto della customer experience nel punto vendita: il 91% dei top retailer (che solo nel 2016 era l’80%) ha sviluppato almeno un’innovazione digitale nel front-end a supporto della customer experience in punto vendita come chioschi, touch point e sistemi per l’accettazione di pagamenti innovativi, seguite da quelle di back-end maggiormente focalizzate su soluzioni di CRM, sistemi per il monitoraggio dei clienti in store, sistemi a supporto del demand, inventory e distribution planning, customer care e App dedicate, RFId/QR e realtà aumentata per accedere a contenuti digitali in store, ERP e sistemi per la tracciabilità dei prodotti all’interno dei magazzini o lungo la filiera.

In sintesi, le innovazioni digitali dovrebbero essere utilizzate dai retailer per ridisegnare in modo più efficiente ed efficace il rapporto con il consumatore (front-end) e i processi interni al Retail stesso (back-end).

La principale sfida del punto vendita del futuro, quindi, sarà offrire una customer experience efficace e appagante attraverso l’integrazione omnicanale tra il negozio fisico e le iniziative digitali (57%), l’offerta di nuovi servizi nel Retail (23%), lo sviluppo di innovazioni digitali (13%) e l’ideazione e lancio di nuovi format di punto vendita (7%).

 

La Divisione di business intelligence di Pardgroup è in grado di sviluppare soluzioni IT ad hoc secondo le tue esigenze. Leggi la news ‘Il Team IT in Pardgroup: software e piattaforme sia per l’Azienda che per i Clienti’.

Pardgroup può anche supportarti dalla geolocalizzazione alla tracciabilità di prodotti, promoter e merchandiser in store. Leggi la news Geolocalizzare le risorse impegnate nelle campagne in store promotion

 

Sei d’accordo sull’importanza dell’innovazione digitale nel Retail? Vuoi studiare una strategia omnichannel per il tuo punto vendita? Contatta i professionisti del Team Pardgroup